"Parlare di Musica è come ballare di architettura" Frank Zappa

30 mar 2017

12 MESI DI METAL - "THE IDES OF MARCH" (IRON MAIDEN)


Tu quoque, Brute, fili mi! (“Anche tu, Bruto, figlio mio!”)

La celebre frase latina attribuita a Giulio Cesare, pugnalato a morte alle Idi di Marzo (15 marzo 44 a.C.), potrebbe calzare a pennello per un’altra dipartita, per fortuna meno tragica e cruenta: quella di Paul Di’Anno dagli Iron Maiden, avvenuta nel 1981.

28 mar 2017

CAOS DI ANDATA E CAOS DI RITORNO: UN VIAGGIO CHIAMATO DISSECTION



"Reinkaos" fu il disco del bentornato e dell’addio di Jon Nodveidt, noto per la breve produzione dei Dissection, interrotta giocoforza per la detenzione di Jon. I nuovi Dissection durarono ancora di meno, per il suicidio di Jon. Le piste per leggere la storia dei Dissection sono state diverse: genio e sregolatezza; un esempio di coerenza estrema alla religione della misantropia; una cocente delusione per il fiasco di "Reinkaos".

26 mar 2017

SUNN O))), APOTEOSI DELLA MUSICA: LIVE AT BARBICAN CENTRE, LONDON - 21/03/2017



Per descrivere in maniera adeguata una esibizione dei Sunn O))), e soprattutto spiegarla a chi non vi ha mai assistito, bisogna distinguere anzitutto fra un "prima" ed un "dopo".

Durante e dopo c'è la musica, c'è l'esperienza, ci sono le emozioni, ma prima di esse ci sono le chiacchiere, il gossip da red carpet, la sociologia spicciola o la semplice enunciazione di paradossi.

24 mar 2017

A NIGHT WITH...WHITE LIES




Forse questa non è una storia metal, ma potrebbe essere una storia comunque interessante, perché portatrice di un messaggio universale.

Parto proprio da una riflessione generale: le belle donne o gli uomini belli piacciono a tutti. Vi sono però delle specifiche fisionomie che ci piacciono più delle altre. Tali fisionomie non ci lasciano mai indifferenti e a volte ci attirano come calamite, a prescindere che la persona che le "ospita" sia più o meno bella secondo i nostri canoni di bellezza. Non parlo di attributi generici come l'altezza ("mi piacciono gli uomini alti") o il colore dei capelli ("mi piacciono le donne bionde"), ma di sfumature, conformazioni del viso, particolari fattezze del corpo, un intreccio di dettagli che è difficile descrivere o rendere a parole: sentiamo che ci piace e basta.

22 mar 2017

BLACK METAL STORIES - LE CENERI DEL CONTE




Il 20 gennaio del 1993 il quotidiano Bergens Tidende (la Rivista di Bergen) in prima pagina pubblica un’intervista che farà storia, a firma di Finn Bjørn Tønder. A rispondere alle domande del reporter è un giovane "anonimo" della zona, di circa vent’anni. Il fulcro dell'intervista sono le informazioni e i particolari circa gli eventi che hanno, da sei mesi a quella parte, sconvolto il tranquillo tran tran della cittadina scandinava.

20 mar 2017

I MIGLIORI BUCHI NELL'ACQUA DEL METAL: I LEGENDA DI SIR LUTTINEN, - IL NAZARENO INNAMORATO



Sir Luttinen, o Kimmo, o uno dei nomi che si sono dati via via, ad un certo punto venne preso da parte dalla vecchia nonna che gli ha detto: “Senti Kimmo, ma queste cose che suonate ultimamente, sono un po’ tristi, bestemmie, porno all’ingrosso….o dove sono quelle belle canzoni d’amore che avevate iniziato a comporre un tempo…? Perché non ne fate altre!?”. Fu così che, seppur per breve tempo, uno dei due Luttinen provò a sviluppare l’anima romantica degli Impaled Nazarene, con un progetto collaterale denominato Legenda, di scarso seguito.

18 mar 2017

CONFRONTI IMPOSSIBILI: GLI ULVER E LUCIO BATTISTI




Nel 1982 Lucio Battisti abbandonava volontariamente la carriera di innumerevoli successi per una nuova concezione di musica, un'idea che non avrà eredi nella musica italiana; ma altri loschi figuri in terra norvegese hanno allo stesso modo radicalmente mutato il loro genere. Nel 1998 usciva "Themes from William Blake's The Marriage of Heaven and Hell" degli Ulver, mentre 16 anni prima vide la luce tra lo stupore generale: "E già" di Battisti.

16 mar 2017

GUIDE RAPIDE PER CHI VA DI FRETTA: I CATHEDRAL




Sono un ragazzo prolisso, ma non amo assecondare questo mio difetto, semmai cerco di sfidarmi proprio su terreni a me ostili. Prendo dunque una delle band che più amo e mi getto in una dissertazione a rotta di collo, superficiale, o meglio, essenziale.

I Cathedral: tutti li conoscono, tutti li ballano! Ma ci sono i più giovani, ed anche i distratti, e poi parlare dei Cathedral non è mai tempo sprecato, tanto più che si sono sciolti e ci mancano tanto tanto tanto.